Prima / Archivi delle parole chiave: Lotta di Popolo (pagina 2)

Archivi delle parole chiave: Lotta di Popolo

50° Lotta di Popolo. La battaglia a favore del nucleare

Cinquant’anni fa e precisamente il 6 febbraio del 1969, a Roma, all’Università “La Sapienza”, nella Facoltà di Giurisprudenza occupata, si svolse un confronto sul Tnp, il Trattato di non proliferazione (nucleare), tra alcuni esperti da noi invitati e gli studenti. L’armamentario nucleare mondiale è tornato d’attualità da quando il presidente …

Leggi tutto »

50° Lotta di Popolo. Gli inizi a Roma, all’Università

Cinquant’anni fa nasceva Lotta di Popolo, il movimento che poi assumerà la denominazione di OLP- Organizzazione Lotta di Popolo. Il tam tam giornalistico, ispirato dalle intellighenzie poliziescosinistrorse, ci definì “nazimaoisti” e con questo marchio entrammo (e ci siamo rimasti) nella pubblicistica corrente. Ci hanno anche definito “provocatori”, “fascisti camuffati da …

Leggi tutto »

Nel 1992, il Corsera parlava dei nazimao del 1976!

L’etichetta “nazimaoista” ha circolato sui giornali anche parecchi anni dopo che noi avevamo sciolto “Lotta di Popolo”, l’organizzazione sulla quale era stato impresso nel Sessantotto il marchio di fabbrica “nazimao”. Come Sisifo continuo la fatica di mettere ordine tra le carte che pomposamente chiamo archivio, e stamattina dalla palude cartacea …

Leggi tutto »

Noi, nazimao per sentito dire

Ci sono alcune pagine del libro di Alfredo Villano “Da Evola a Mao” (Luni Editrice, 2017) che costituiscono, per me, un invito a partecipare. Quando Serafino mi ha telefonato («Puccio, è un libro che va letto… è ricco di dati») ho replicato che non leggo e non ho mai letto …

Leggi tutto »

Il “raggio della morte” di Guglielmo Marconi rispunta in Inghilterra come “raggio traente”

La rivista scientifica britannica “Nature Communications” ha pubblicato uno studio intitolato “Holographic acoustic elements for manipulation of levitated objects”, nel quale i ricercatori delle università del Sussex e di Bristol spiegano come siano riusciti a spostare oggetti usando onde acustiche. M’è venuto subito in mente mio padre, quando mi raccontava …

Leggi tutto »

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close