Il Filo dell'Attualità

Craxi nel 1997: l’Europa ha bisogno dell’Italia

Martedì 3 giugno 1997, il quotidiano “l’Avanti!” pubblicava in prima pagina un breve “promemoria” di Bettino Craxi intitolato “Rinegoziare Maastricht”. Eccolo: Le elezioni inglesi e francesi parlano sin troppo chiaro. Non è messa in discussione la costruzione europea ma il tracciato che si stava seguendo, socialmente disastroso. Non ci sono …

Leggi tutto »

Combattere per l’Europa

«Le masse non desiderano l’unificazione dell’Europa come puro fatto politico, come fatto storico, esse l’accettano nella misura in cui ne deriveranno – e toccherà fare loro una convincente dimostrazione – la diminuzione del prezzo delle automobili o l’aumento del potere d’acquisto… Bisogna essere ingenui per organizzare “referendum” per sapere se …

Leggi tutto »

Notizia-bomba. Dio non c’indurrà più in tentazione

Grande spazio sui media alla nuova versione del “Padre Nostro” approvata dall’Assemblea generale della Conferenza episcopale italiana (Cei). Il “corriere.it” sottolinea che la correzione «era già stata raccomandata da papa Francesco con un intervento che risale al dicembre del 2017». «La traduzione è sbagliata – aveva detto il Pontefice – …

Leggi tutto »

Giornalisti. Di Maio e Di Battista accusati di attentato alla libertà

Discesa in campo di sindacati e istituzioni (Quirinale in testa) in difesa della “libertà dell’informazione”. Sotto tiro i pentastellati Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista che hanno offeso la categoria. Prendersela con i giornalisti è diventato normale. Se un genitore scazzotta il professore che gli boccia il figlio (perdigiorno …

Leggi tutto »

Il futuro non sta scritto da nessuna parte

L’accettazione di un futuro oramai scritto (da potenze celesti o infernali, poco cambia) è pigra sottomissione ad un determinismo figlio illegittimo di una interpretazione aritmetica dell’esistenza umana. Basta guardarsi indietro per scoprire che l’inevitabile si manifesta spesso e volentieri dove nessuno se l’aspettava. La rivoluzione proletaria, che, secondo Marx, sarebbe …

Leggi tutto »

Mattarella celebra Skanderbeg, il guerriero antislamico

Il 17 gennaio del 1468 moriva di malaria l’eroe nazionale albanese Giorgio Castriota Skanderbeg. Oggi, 7 novembre 2018, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è andato in Calabria ad incontrare il presidente della Repubblica d’Albania Ilir Meta. Ufficialmente i due hanno concelebrato il 550esimo anniversario della morte dell’invincibile Alessandro schipetaro (Skënderbeu …

Leggi tutto »

“First man”: dalla Luna la riscossa nordamericana

“First man”, la storia del primo uomo che ha camminato sulla Luna, è un film che segna una inversione di marcia giudicata fino a ieri impossibile. Non è come “The green berets”, dove un sessantunenne acciaccato John Wayne provò a raccontare l’altra faccia della vituperata guerra in Vietnam. Fu un …

Leggi tutto »

Governo gialloblu-commissione Ue: suk aperto ancora un po’

Purtroppo non è un braccio di ferro. È roba da suk, da bancarelle gestite da vucumprà. La prova di forza tra duellanti che sforzano i bicipiti per guadagnarsi la vittoria con il sudore è una manifestazione di potenza, di volontà, di spirito combattivo. È un traguardo al quale s’arriva dopo …

Leggi tutto »

Governo. Di Maio-Conte-Salvini: in Europa ci stiamo comodi

Conferenza-stampa a Palazzo Chigi. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte illustra la pace fatta in merito al decreto fiscale (additato da tutti come ignobile condono indiscriminato) e poi concede la parola ai due vicepresidenti ai lati. Dopodiché risponde alle domande dei giornalisti sullo scontro in atto con i vertici Ue …

Leggi tutto »

Shoah. Conte dice al Tempio: non ho paura del diverso

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sta velocemente emergendo come protagonista. Della serie: tra i due litiganti (Di Maio-Salvini) il terzo gode (Conte) sicché ogni occasione è buona per presentarsi come campione di tolleranza e compassione in alternativa a chi prova «paura del diverso». Nella lettera (che qui sotto riportiamo …

Leggi tutto »

Società del rancore: giovani fragili e lamentosi

La società nella quale stiamo vivendo è caratterizzata dal rancore. Secondo i ricercatori del Centro studi investimenti sociali (Censis) questa società «ha un immaginario collettivo regressivo, chiuso, infetto, proiezione di paure inconsce diffuse, intime e personali, a lungo inconfessabili e ora percepite come legittime, anzi portate a imporsi con incontenibile …

Leggi tutto »

NEET. Sono milioni ma non tutti sfaticati

“NEET” è l’etichetta appioppata ai giovani tra i 15 e i 29 anni di età, i quali non lavorano, non studiano e non seguono corsi di formazione professionale. L’acronimo anglosassone (tanto per cambiare) sta per “Not in Education, Employment or Training”. Sono, insomma, i nullafacenti, gli sfaticati; quelli che non …

Leggi tutto »

Ostia, Mattarella in Audi superblindata premia il coraggio

Immobile come una mummia il presidente della Repubblica Sergio Mattarella cammina con al fianco il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Stanno sul lungomare di Ostia, alle porte di Roma. La loro presenza dà lustro alle celebrazioni per i cinquant’anni di vita dell’Associazione dei poliziotti. Mattarella galleggia da par suo nel laghetto …

Leggi tutto »

Nietzsche: l’Europa in un vicolo cieco per la piccola politica

«Chi ha creduto di aver compreso qualcosa di me si è costruito, usando me, qualcosa a sua immagine…». Lo scriveva nel 1888 il quarantaquattrenne poeta-filosofo tedesco Friedrich Wilhelm Nietzsche in “Ecce homo”. Quell’intuizione è valida tutt’oggi e va sotto l’etichetta di “Nietzsche-Rezeption”, cioè ciascuno si piglia quello che gli serve …

Leggi tutto »

La “Giovane Europa” di Cortés e Schmitt

Sul fascicolo 9/10 di “Giovane Europa”, datato 1942 (nel pieno della seconda guerra mondiale) è riportato un testo di Donoso Cortés (1809-1853) che pare scritto oggi. Lo scrittore e politico spagnolo è stato ignorato dagli “operatori culturali” finché non è stato “ripescato” dal giurista e filosofo tedesco Carl Schmitt (1888-1985). …

Leggi tutto »

Chi sono i whisperers italiani di Michelle Bachelet

L’Alto commissario Onu per i diritti umani, la cilena Michelle Bachelet, ha annunciato da Ginevra che manderà in Italia una squadra di controllori con il compito di registrare le dimensioni della violenza razzista. Ha detto testualmente: «Abbiamo intenzione di inviare personale in Italia per valutare il riferito forte incremento di …

Leggi tutto »

Razzisti e anti-razzisti. Thiriart: politicanti apprendisti stregoni

«Negare la differenza tra le razze è ancora più ridicolo che negare la differenza di base fra uomini di una stessa razza. Queste disuguaglianze sono fatti osservati, dati scientifici, etnologici, sperimentati. Esi­stono due tendenze tanto ridicole quanto poco sostenibili: quella dei razzisti che inseriscono nella politica le conoscenze etnologiche e …

Leggi tutto »

I no Ue per salvare il Pd. Una nuova Lega alle europee

Il no arrivato da Vienna a proposito della missione Sophia è un altro macigno scaraventato sulla testa degli europeisti italiani. È difficile cancellare l’impressione che qualcuno nella Ue stia facendo di tutto per far aumentare in Italia l’odio per l’Europa. Come si fa a non pensarlo, vedendo le saracinesche di …

Leggi tutto »

Quale Europa. E come.

L’Europa è, oggi, una cosa troppo seria per lasciarla in mano a burocrati di Bruxelles o ad una classe politica che la considera un dato di fatto, come un mobilio necessario. La miopia gestionale, la pochezza della veduta strategica, la limitatezza di politiche di bilancio anguste sono riuscite nello spazio di …

Leggi tutto »

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close