Prima / 2011 / novembre

Archivi mensili: novembre 2011

I bidoni americani e le gobbe artificiali

Lo zainetto fa parte dell’abbigliamento. Quand’ero ragazzo e a Salerno incrociavo giovanotti e giovanotte che viaggiavano per l’Italia zaino in spalla, mi fermavo a guardarli incuriosito e invidioso. Quegli stranieri – di solito tedeschi – erano la libertà assoluta. Avevano sulla schiena la loro casa e tutto ciò che serviva. …

Leggi tutto »

Il governo Monti, la folla e le Gemonie

Il professor Mario Monti, che il presidente della Repubblica ha fatto in un battibaleno senatore a vita per dargli più forza, ha messo insieme un governo con il compito di risanare l’Italia. I partiti dovranno votare sì ai decreti ed ai provvedimenti che l’uomo della provvidenza bancaria in collegamento con …

Leggi tutto »

Le signore odiatrici di Berlusconi

Susanna Camusso, sindacalista di lungo corso, segretario della Cgil, il sindacato che per mezzo secolo ha avuto il Pci come azionista di riferimento, ha detto a “Ballarò” che a costringere Silvio Berlusconi alle dimissioni sono state le proteste, le manifestazioni, i cortei della gente che non ce la faceva più. …

Leggi tutto »

Berlusconi a casa: Deus vult

I primi a capire che per Berlusconi l’incontro sarebbe presto finito con un ko tecnico sono stati i preti. La loro conoscenza dell’animo umano si è raffinata nel corso dei secoli: molto probabilmente nemmeno un lama tibetano è mai sceso nelle profondità dell’uomo allo stesso loro livello. Finché a prendere …

Leggi tutto »

G20: non uccidete Abele

Chi attacca una postazione difensiva è normale che ne cerchi il punto debole. Sfondate le difese in quel tratto è quasi automatico averla vinta. Ci sono stati assedi terminati con la resa per fame o con la sconfitta degli assedianti. Gli attacchi della speculazione finanziaria contro il nostro debito sovrano, …

Leggi tutto »

La tassa sul macinato e i residenti in Svizzera

La speculazione finanziaria che ha preso di mira l’Italia non lo fa per cattiveria, per odio nei nostri confronti o per chissà quale altro sentimento. Lo fa per guadagnare facile. Vendono titoli del debito pubblico a 100, questi scendono a 90, li ricomprano guadagnando 10, poi aspettano, poi li rivendono …

Leggi tutto »

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close