Prima / FOCUS / Documenti / Bossi. Professione comunicatore

Bossi. Professione comunicatore

L’uomo in canottiera ne dice di tutti i colori pur di rimanere sotto Ia luce dei riflettori. Non vuol fare Ia fine di Umberto D. Sa bene che l’unico modo di sopravvivere per lui è quello di campeggiare in prima pagina: a tutti i costi. Sulle folte schiere di Bossi si allungano le rapaci mani di alleati ed avversari. Sul popolo leghista di sinistra gettano reti i pescatori di Botteghe Oscure e dintorni. Su quello di destra sbavano di desiderio missini, ex missini e criptomissini. A caccia di leghisti centristi è stato organizzato un safari stile maraja. Tutti sono decisi a rubare grosse fette dalla torta del senatùr. I politologi spiegano che il consenso al Carroccio è stato dato da milioni di elettori insoddisfatti e confusi e che perciò non può durare a lungo. Sotto a chi tocca, dunque.
E l’oste? Senza il quale Ia saggezza popolare sconsiglia di azzardare a fare i conti? In cravatta o in canottiera, con messa in piega o arruffato, il vanitoso ospite di Berlusconi non sta un minuto fermo né un’ora zitto.

Dai teleutenti consumatori insaziabili viene ingurgitato quattro-cinque volte al dì, prima durante e dopo i pasti. E’ questo che conta. Non ciò che dice o che fa. Fra uno spot ed un film, un quiz ed una telenovela, l’elezione di una miss ed un revival di motivetti, le parole del leader leghista si confondono e si disperdono mentre l’immagine cresce e si consolida. Più viene attaccato, maggiori sono le accuse, più numerosi i riferimenti e più grande diventa la sua figura nell’immaginario collettivo nordista.

L’esplosiva dichiarazione sui trecentomila bergamaschi pronti ad imbracciare le armi contro la “dittatura di Craxi” è l’ennesima prova – e non sarà l’ultima – della capacità di Umberto da Giussano di fare comunicazione.
Un mezzobusto in stand-by ne approfitta per fare pubblicità ad uno dei soliti libri bla-bla che tanto vanno di moda. Cultori della statistica si sono affrettati a calcolare che, data Ia popolazione della provincia di Bergamo e sottratti gli under 15 e gli ultrasessantacinquenni, un bergamasco su tre sarebbe sceso sul campo di battaglia.
Fioccano dichiarazioni e accuse: Bossi è soddisfatto. Spera che le polemiche durino a lungo.
Ad ogni buon conto si prepara a spararne un’altra.

Vedi anche

Napolitano e il cappello di carta

Il presidente emerito della Repubblica italiana Giorgio Napolitano è stato operato d’urgenza all’aorta. Ricoverato in …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close