Prima / DIBATITTO / Società / I tecnici all'assalto del Palazzo

I tecnici all'assalto del Palazzo

Il ministro dell’Industria, Alberto Clô, ha escluso che a guidare le Authority saranno chiamati uomini politici. Ha precisato, invece, che saranno tutti «tecnici con alti livelli di professionalità». Ha anche trovato il modo di smentire alcune anticipazioni che davano, ad esempio, per certa la nomina di Carlo da Molo, ex presidente Italgas. E’ sicuro di quel che dice, il ministro, e perciò non resta che aspettare. E’ certo che è stata data un’ulteriore picconata al mondo della politica. Il «dàgli all’untore» continua nel consenso generale. A controllare le privatizzazioni dell’Enel e della Stet saranno persone non contaminate dalla politica, dunque.

A noi pare che questo gioco ipocrita debba finire. La delegittimazione del ceto politico porta inevitabilmente alla delegittimazione dell’elettorato, delle elezioni e di tutto il sistema che si fonda sulla delega del popolo. Che la politica fosse stata ridotta ad una lucrosa attività imperniata su appalti e forniture, è acclarato. Ma è anche acclarato che tutta la cosiddetta società civile è stata per decenni complice in tutti i settori. Dalla Sanità alle Forze Armate, dalla Magistratura all’Istruzione e via via fino alle migliaia di consiglieri (di Usl, di Comune, di Provincia, di Circoscrizione etc.) è stato tutto un fiorire di “affari”.
E’ mai possibile – chiediamo – che solamente i “tecnici” sono rimasti immuni dalla generale corruttela? Non dimentichiamo che perfino nel mondo accademico le carriere sono state costruite sugli appoggi politici. I casi nei quali un “tecnico” sia riuscito a farsi strada senza raccomandazioni e senza padrini non sono la maggioranza. O no? Il cursus honorum di presidenti, amministratori, manager e professori è punteggiato – chi più, chi meno – da fecondi rapporti politici.

Delle due, l’una: o c’è stata lottizzazione oppure no. Se c’è stata – e pare proprio di sì – di “tecnici” non lottizzati ne sono sopravvissuti pochini. Lo stesso governo-tecnico dopo l’affaire-Mancuso si è disvelato per quello che è. Vogliamo continuare nell’ipocrisia? Non ci stiamo.
Giuseppe Spezzaferro

Vedi anche

Intellettuali, non prendetevela con il popolo-bue

Ci sono troppi intellettuali in giro che se la prendono con il popolo-bue perché corre …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close