Porte-au-Prince. Perché la gente protesta davanti all'ambasciata Usa?

HAITI. Misteri caraibici: arrivano i mercenari, ma chi li paga?

Il primo ministro provvisorio di Haiti ha chiesto aiuto agli Usa e all’Onu. Claude Joseph ha detto testualmente: «Abbiamo bisogno di assistenza e chiediamo aiuto ai nostri partner internazionali». Come l’industriale i mille dipendenti li chiama “i miei collaboratori”, così la Repubblica di Haiti, che occupa circa un terzo di Hispaniola, l’isola nel Mar dei Caraibi “conquistata” da Cristoforo Colombo più di mezzo millennio fa, chiama “partner” il gigante nordamericano. L’intervento statunitense non sarebbe, comunque, una novità. Nel 1915, sbarcarono nell’isola per mettere ordine dopo l’assassinio del presidente di allora. Il copione, dunque, c’è già. Va soltanto aggiornato. Semmai, gli Stati Uniti agiranno sotto l’egida Onu in modo da evitare critiche malevoli dei soliti nemici della democrazia.

In un’intervista all’Associated Press, Claude Joseph ha anche avvertito: «I mercenari possono distruggere il Paese».

E questo è un allarme che andrebbe spiegato. Mercenario, come dice la parola, è uno che fa una cosa per soldi. Saremmo, dunque, tutti mercenari dal momento che lavoriamo per soldi. Per fortuna dai Diecimila di Senofonte in poi (ma anche prima) mercenario è il soldato senza bandiera che combatte per la mercede, per i quattrini. Assodato che c’è un mercenario dove e quando c’è qualcuno che lo paga per combattere, come fa Claude Joseph a parlare di mercenari se non dice da chi sono pagati?

Un altro pezzo grosso, il ministro delegato alle elezioni Mathias Pierre ha dichiarato: «Pensiamo che mercenari possano distruggere le infrastrutture per creare il caos nel Paese». E anche lui non ha detto chi sono i nemici che pagano mercenari.

Misteri caraibici. C’è anche la vicenda di Ariel Henry, il nuovo primo ministro nominato dal presidente Jovenel Moise prima di essere assassinato (https://internettuale.net/4686/haiti-sotto-assedio-ce-barbecue-alla-testa-dei-banditi). Per caso, lui ne sa qualcosa su mercenari e loro committenti?

In merito all’assalto che è costato la vita al presidente (la moglie ferita sta in Florida a curarsi) è stato scritto che il commando era composto da 28 persone: 26 colombiani e 2 americani di origine haitiana.

E perché mai la Colombia ha deciso di destabilizzare Haiti? Altro mistero caraibico.

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close