Prima / FOCUS / Documenti / 50°LdP. ORGANIZZAZIONE PER UN MOVIMENTO DI POPOLO

50°LdP. ORGANIZZAZIONE PER UN MOVIMENTO DI POPOLO

Nel corso degli Anni Settanta una serie di crisi petrolifere impose al mondo industrializzato la necessità di diversificare le fonti di approvvigionamento dell’oro nero e dell’energia in genere. Risultò altresì evidente la debolezza politica e militare dell’Europa. Noi di Lotta di Popolo puntammo sulla “carta” araba per sostenere la liberazione dei popoli asserviti al capitalimperialismo Usa-Urss e per creare in Europa un fronte comune contro la logica spartitoria di Jalta. Ora mi viene da sorridere: eravamo davvero pazzi. Altro che Davide contro Golia! Il Davide biblico era armato almeno di una fionda… a non parlare del fatto che quel Davide era lui il Golia con un arsenale nucleare da far paura. Ancora oggi è l’arma nucleare (oltre che l’Olocausto) a sostenere e legittimare la politica espansionista di Israele.

Eravamo consapevoli di essere meno di una pulce contro un elefante e perciò tentammo in diversi modi di ampliare il nostro fronte. Nel volantino che qui riproduco Lotta di Popolo compare come un invito alla lotta. La firma è di una ipotetica “Organizzazione per un movimento di popolo”.

Riuscimmo a “fare massa” soltanto per alcune manifestazioni di piazza, ma non fummo mai capaci di unificare sigle e siglette. La coltivazione del proprio orticello era giudicata più importante (ancora oggi è così) della necessità di unificare le forze.

Con gli anni ho dovuto verificare la validità del Führerprinzip. Per unire serve un capo. Senza un capo non si fa granché. Ci vuole un leader che, marciando dal basso verso l’alto, divenga unico punto di riferimento di un movimento. I politologi di vaglia (e di assegno) strillano per la recente “personalizzazione” della politica. È vero che la morte delle ideologie e lo sconquasso (in Italia) dei partiti per via di un golpe mediatico-giudiziario hanno aperto la strada al tycoon di Arcore, il quale per primo ha marchiato il simbolo elettorale con il proprio nome, ma è indiscutibile che la prassi sia stata generalmente adottata. Il fatto, per esempio, che Matteo Salvini sia un capo, anche se non so quanto cosciente del Führerprinzip, è dimostrato dal fatto che gli avversari attacchino lui personalmente e non la Lega. Per Luigi Di Maio, il quale esibisce l’appellativo di Capo Politico (ci tiene alle maiuscole) dei Cinquestelle, la cosa è diversa: è Beppe Grillo quello che comanda per davvero. Più aderente al Führerprinzip è Giorgia Meloni, ma qui l’analisi dovrebbe essere più articolata e perciò fermo le digressioni e torno al nostro volantino. Riproduco il testo conservando le maiuscole:

«LA “CRISI DEL PETROLIO” COLPENDO PREVALENTEMENTE GLI INTERESSI ECONOMICI EUROPEI HA PROVOCATO UN CONFLITTO ALL’INTERNO DELLA LOGICA CAPITALISTA NEI RAPPORTI EUROPA – U.S.A.  

I PADRONI AMERICANI HANNO MINACCIATO DI RITIRARE LA LORO “PROTEZIONE” MILITARE E DI SMANTELLARE LE BASI NATO, CHE ASSICURANO LA SOPRAVVIVENZA DEI GOVERNI FANTOCCIO IN EUROPA.

DIVENTA CHIARO PERTANTO CHE:

non ci può essere indipendenza laddove manchi un supporto

politico-militare

il destino dei popoli europei è nel Mediterraneo e nell’incontro con i popoli arabi ed africani.

E’ NECESSARIO QUINDI:

il ritiro delle forze militari americane e sovietiche dal

Mediterraneo e dall’Europa  

la denuncia del trattato di non proliferazione nucleare che castra le possibilità di uno sviluppo tecnologico avanzato di tipo europeo.

DIAMO VITA AD UN MOVIMENTO CHE GUIDI I POPOLI EUROPEI A TROVARE LA STRADA DELLA PROPRIA INDIPENDENZA DALL’IMPERIALISMO RUSSO-AMERICANO.

SVILUPPIAMO I CONTATTI CON I POPOLI ARABI PER IL RAFFORZAMENTO DI UN FRONTE COMUNE CHE SPEZZI DEFINITIVAMENTE L’EQUILIBRIO DI YALTA!

VIA LE BASI NATO DALL’ITALIA!

AVANTI PER LA LOTTA DI POPOLO!». 

Era firmato, ripeto:

ORGANIZZAZIONE PER UN MOVIMENTO DI POPOLO”.

 

CONDIVIDI

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close