Prima / FOCUS / Segmenti / CASO ORLANDI. Recuperate le principesse. Sabato le analisi

CASO ORLANDI. Recuperate le principesse. Sabato le analisi

Le ossa recuperate nel Campo Santo Teutonico sono ora al vaglio degli esperti. Si tratta dei due ossari individuati in un’area attigua alle tombe della Principessa Sophie von Hohenlohe, morta nel 1836, e della Principessa Carlotta Federica di Mecklenburgo, morta nel 1840 (https://internettuale.net/3287/emanuela-orlandi-le-due-principesse-erano-state-trasferite).

Un comunicato ufficiale vaticano dice che «i resti vengono analizzati e studiati in loco già in queste ore dal prof. Giovanni Arcudi e dal suo staff – alla presenza del perito di fiducia nominato dalla Famiglia Orlandi – secondo protocolli riconosciuti a livello internazionale».

Le autorità vaticane (che pure s’erano perse le due principesse) ci tengono a fare riconoscere «la disponibilità della Santa Sede verso la Famiglia Orlandi. Disponibilità dimostrata, fin dall’inizio, nell’accogliere la richiesta di verifiche nel Campo Santo Teutonico pur sulla base di una mera segnalazione anonima».

Il prossimo sabato, 27 luglio, dovremmo saperne qualcosa in più.  

A conferma dell’importanza della cosa, basti enumerare i presenti al recupero delle ossa. Oltre al prof. Arcudi e al suo staff e al personale della Fabbrica di San Pietro per l’apertura e chiusura degli ossari, c’erano gli agenti del Cos (Centro operativo di sicurezza della Gendarmeria Vaticana) e l’ufficiale responsabile dei servizi di polizia giudiziaria del Corpo della Gendarmeria.

Erano inoltre presenti il Promotore di Giustizia del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano prof. Gian Piero Milano e il suo aggiunto prof. Alessandro Diddi nonché il legale della Famiglia Orlandi.

Appuntamento a sabato prossimo.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close