Prima / DIBATITTO / Società / Renzi-De Luca, gioco delle parti e la Regione Campania si muove

Renzi-De Luca, gioco delle parti e la Regione Campania si muove

Alla fine è andata liscia. Il gioco delle parti ha funzionato. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi aveva applicato la legge Severino nei riguardi di Vincenzo De Luca (https://ilnostroarcipelago.com/2275/renzi-fa-risorgere-lunita-ma-dovra-fare-altri-miracoli-per-de-luca-e-chiamparino) e il neogovernatore della Campania si era rivolto subito al tribunale di Napoli. Il ricorso del sindaco di Napoli Luigi De Magistris era andato a buon fine, per cui De Luca si muoveva quasi sul sicuro.
A firmare la sospensiva della sospensione (in attesa che la Consulta decida sulla costituzionalità o meno della Severino) è stato il presidente della prima sezione civile, lo stesso che aveva “salvato” De Magistris.

RIMANDATI A OTTOBRE

Quand’è che i casi saranno chiariti una volta per tutte? A ottobre prossimo, quando la Corte costituzionale farà sapere se cestinare o applicare senza altri indugi una legge, che aveva colpito anche Silvio Berlusconi facendogli perdere il cadreghino in Senato (e non solo quello).
La differenza tra il potentissimo ricchissimo processatissimo tycoon di Arcore e i piccoli cacicchi come De Magistris e De Luca sta nelle opposte convinzioni in merito ai tribunali: per lui sono tutti suoi nemici, per i due sono invece amici e qualcuno è pure compagno.
La Regione Campania si rimette in moto e i cittadini potranno godersi la straordinaria giunta che metterà in piedi il governatore finalmente in possesso di tutti i poteri.
Giuseppe Spezzaferro

Vedi anche

Falcone ucciso dal finestrino aperto

Sulla bretella dell’autostrada Palermo-Mazzara del Vallo, andando verso Punta Raisi, all’aeroporto intitolato a Giovanni Falcone …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close