Prima / DIBATITTO / Società / Niente pillola dell’amore: vanno tutti in bianco

Niente pillola dell’amore: vanno tutti in bianco

«Heri dicebamus sed cras pejus erit». Non ricordo chi l’ha detto e non so nemmeno se la frase abbia autentiche origini romane, però questo “ieri dicevamo ma domani sarà peggio” è l’esatta sintesi di ciò che è accaduto nelle ultime ore.
Mentre mi sforzavo di inquadrare al meglio lo stato delle cose alla Camera dei deputati in merito alle votazioni previste per la nuova legge elettorale, il cosiddetto Italicum, l’imprevedibile Matteo Renzi, attuale presidente del Consiglio nonché segretario del Pd, spiazzava tutti imponendo il voto di fiducia.
A parole, tutti parlano male del Porcellum e tutti sottolineano la necessità di una nuova legge elettorale. Nei fatti, c’è un sacco di gente che non vuole cambiare, senza dichiararlo, cosicché è difficile capire se chi presenta un emendamento voglia davvero migliorare la norma o chi lo faccia per rallentare e/o affondare la legge.
È complicato anche ristabilire la verità delle cose. Per esempio, la qualifica di Porcellum affibbiata alla legge elettorale stilata da Roberto Calderoli è l’ingentilimento di “porcata” che lo stesso Calderoli usò dopo che la Corte costituzionale (vedi https://ilnostroarcipelago.com/1340/la-porcata-in-consulta) aveva stravolto il testo originale. Nell’immaginario collettivo c’è, invece, il leghista Calderoli che prima fa una legge e poi la marchia di disprezzo.

Ieri, dunque, scrivevo che a conti fatti la minoranza del Pd non avrebbe potuto bloccare la nuova legge elettorale e oggi lo scenario è del tutto cambiato. Avevo usato il parallelo con la “pillola dell’amore” (ce n’è una nuova di marca italiana) per sostenere che il voto segreto sarebbe stato un bel sostegno per gli antirenziani. Mi chiedevo anche se Renzi avrebbe mandato tutti in bianco. Bene, l’ha fatto. Tutto il resto (le stupide accuse di fascismo etc.) serve soltanto a mascherare l’impotenza.
Giuseppe Spezzaferro

Vedi anche

Shoah. Conte dice al Tempio: non ho paura del diverso

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sta velocemente emergendo come protagonista. Della serie: tra i …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close