Prima / ATTUALITÀ / Economia / Il Mose di Venezia non salva dalle manette Chiesto anche l’arresto di Galan

Il Mose di Venezia non salva dalle manette Chiesto anche l’arresto di Galan

La notizia del giorno è che c’è stata una raffica d’arresti di vip per il Mose di Venezia. È stato richiesto anche l’arresto dell’ex governatore del Veneto Giancarlo Galan, che è stato anche due volte ministro nei governi Berlusconi.
L’Antico Testamento narra di Mosé che venne salvato dalle acque dalla figlia del Faraone e che portò il popolo d’Israele dall’Egitto alla terra promessa.

Le cronache dei nostri giorni narrano di un Modulo sperimentale elettromeccanico, il Mose, progettato per salvare Venezia dall’acqua alta.
Il sistema è stato presentato pochi giorni fa all’Onu come esempio dell’alto livello di tecnologia raggiunto dalle industrie italiane.

Mosè, il condottiero raccontato dal Pentateuco, dovette combattere parecchi nemici interni e alla fine non riuscì a vedere al terra promessa perché non aveva avuto abbastanza fiducia in Jahvè.
Anche il Mose di Venezia sta combattendo una dura battaglia contro i nemici interni. Lo accusano di rovinare l’ambiente, di essere più dannoso che utile e di costare troppo (fino a oggi circa 5 miliardi e mezzo).
Di alternative per proteggere Venezia dall’acqua alta (quando la marea supera i normali livelli e invade la città) non ce ne sono molte e sono tutte da dimostrare. Con il sistema delle paratie, invece, si impedisce all’acqua di superare un certo livello.

I NOMI DEGLI ARRESTATI
Oggi i nemici del Mose hanno brindato. Un’inchiesta giudiziaria su un presunto giro di tangenti ha fatto arrestare: Andrea Agostinone, Giovanni Artico, Stefano Boscolo Bacheto, Gianfranco (detto Flavio) Boscolo Contadin, Maria Brotto, Enzo Casarin, Gino Chiarini, Renato Chisso, Patrizio Cuccioletta, Luigi Dal Borgo, Giuseppe Fasiol, Giancarlo Galan (parlamentare, per ora solo richiesta di arresto), Francesco Giordano, Vincenzo Manganaro, Manuele Marazzi, Giampietro Marchese, Alessandro Mazzi, Roberto Meneguzzo, Franco Morbiolo, Luciano Neri, Maria Giovanna Piva, Emilio Spaziante, Federico Sutto, Stefano Tomarelli, Paolo Venuti. Ai domiciliari Lino Brentan, Alessandro Cicero, Corrado Crialese, Nicola Falconi, Vittorio Giuseppone, Dario Lugato, Giorgio Orsoni, Andrea Rismondo, Amalia Sartori (europarlamentare uscente, provvedimento sospeso), Danilo Turato.
La conclusione dei lavori del Mose era prevista per il 2016. Questa inchiesta fermerà i lavori? Venezia sarà ancora a rischio non appena sarà stagione di acqua alta?
Giuseppe Spezzaferro

Vedi anche

Shoah. Conte dice al Tempio: non ho paura del diverso

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sta velocemente emergendo come protagonista. Della serie: tra i …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close