Prima / FOCUS / Segmenti / Confcommercio: le Regioni potrebbero risparmiare 82,3 miliardi

Confcommercio: le Regioni potrebbero risparmiare 82,3 miliardi

«Mettendo a sistema spesa regionale e livelli di output pubblico, si ottiene un risparmio potenziale massimo di 82,3 miliardi di euro, dovuto all’ipotesi di comprare l’attuale output pubblico su tutto il territorio nazionale ai costi sostenuti in Lombardia. Anche questa cifra è straordinariamente rilevante. Al di là delle molte approssimazioni adottate nei calcoli, essa testimonia la presenza di ampi spazi per ridurre la spesa pubblica a parità di output oppure per trovare le risorse, già dentro il perimetro della spesa attuale, per accrescere notevolmente il benessere dei cittadini italiani».

Secondo l’Ufficio studi della Confcommercio, dunque, sarebbe possibile risparmiare sulle spese regionali. L’eccesso di spesa è quantificabile in 82,3 miliardi di euro.: in testa c’è la Regione Siciliana con 13,8 miliardi e poi Lazio (11,1 miliardi) e Campania (10,7 miliardi).
Dallo studio emerge quindi che il 43,3% delle inefficienze è attribuibile a Sicilia, Campania e Lazio.

Sono dati che faranno scatenare tutti. Ragionieri e contabili di alto livello spiegheranno che non è proprio così, che i conti non si fanno in questo modo, che l’aritmetica inganna et cetera ecceterone…; embè?
C’è forse qualcuno in Italia che non sappia che le Regioni sono una voragine nella quale si tuffano e annegano fiumi di pubblico denaro?
C’è una sola persona che non veda quotidianamente dove finiscano i soldi che lo Stato (cioè tutti noi) assegni alle Regioni?

Ma davvero c’è qualcuno che pensi che 82,3 miliardi di euro potrebbero essere recuperati tagliando le spese regionali?
Ma per favore! È più facile tagliare sui cacciabombardieri o sulle portaerei. La gente capisce meglio il pacifismo e il disarmo. È stupida e riesce a decidere con facilità. Ma sul taglio delle spese regionali! Suvvia! Questo è troppo. Richiede intelligenza, perbacco! Come si fa? Come spiegare?
Invece ripetere l’antico slogan “Più burro e meno cannoni” è alla portata di tutti. In fin dei conti, le Regioni sono una conquista democratica, costi quel che costi!, invece lo smantellamento di un carrroarmato è segno di grande civiltà.
Uffà.
Giuseppe Spezzaferro

Vedi anche

Gli zingari hanno ottimi avvocati

«Zingara. Donna che appartiene all’etnia degli Zingari, in particolare dedita all’accattonaggio e alla chiromanzia». La …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close