Prima / DIBATITTO / Società / La Chiesa: uomini e donne sono diversi per natura

La Chiesa: uomini e donne sono diversi per natura

Il cardinal Antonio Canizares, arcivescovo di Toledo, è intervenuto al convegno “Donna e uomo: l’humanum nella sua interezza” organizzato a Roma dal Pontificio consiglio per i laici, definendo la “ideologia di genere” una delle rivoluzioni “più insidiose e destrutturanti che si possano immaginare” con conseguenze “distruttive di grandissima rilevanza per il futuro dell’umanità”.

Canizares ha spiegato che “alla base di questo femminismo si nasconde un’ideologia che pretende di eliminare l’idea che gli esseri umani si dividano in due sessi” sicché le differenze biologiche tra maschio e femmina vengono ridotte a “prodotto della cultura di un paese o di un’epoca determinata”. Il cardinale ha bocciato sia l’idea di una “lotta di classe” fra maschio e femmina e sia l’opinione diffusa che la propria identità di genere possa essere ricondotta alla “libera scelta”. Il sesso non si sceglie, insomma, come un vestito.

Il cardinale ha anche denunciato l’esistenza di “lobby molto potenti e influenti” che vogliono “decostruire i ruoli socialmente costruiti di uomo e di donna” e riducono la persona a “individuo” per il quale “non esiste alcun ordine naturale, morale o universale”. Non è un mistero che la lobby gay sia oggi una delle più potenti al mondo. Al poveretto e alla poveretta che la natura ha inguaiato (guasti chimici e/o altro) arrivano messaggi di “orgoglio” che non fanno che intristirne maggiormente le esistenze. Ma alle lobby questo non interessa. Mirano piuttosto a convincere uomini e donne sessualmente ben definiti che la loro condizione non consente di godere appieno delle infinite gioie della vita. E fanno sentire in colpa i ragazzini e le ragazzine normodotati. A loro si fa intendere che le differenze sessuali non sono naturali ma il frutto di una bieca educazione reazionaria. Meno male che c’è la Chiesa che… tiene duro.

Vedi anche

Falcone ucciso dal finestrino aperto

Sulla bretella dell’autostrada Palermo-Mazzara del Vallo, andando verso Punta Raisi, all’aeroporto intitolato a Giovanni Falcone …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close