Prima / DIBATITTO / Società / Bersani fa scouting tra i grillini

Bersani fa scouting tra i grillini

Pier Luigi Bersani fa finta di niente. Dice che si vedrà in Parlamento chi ci sta e chi non ci sta. Il flop elettorale sta lì a dimostrare che non basta essere un buon funzionario di partito. Fare il leader è un altro mestiere. E’ roba grossa.
Bersani può fare soltanto una cosa: implementare l’attività di scouting e reclutare grillini a Palazzo Madama. Tutto il resto è fumo negli occhi.
Se non riuscirà a completare i ranghi senatoriali, in breve nessuno più ricorderà il vincitore perdente se non per portarlo come esempio alla stregua di quei papi che escono cardinali dal conclave.
Bersani si comporta come se preparasse un miracolo. Fa mostra di sognare la salita al Quirinale, acciuffare il tanto agognato incarico, andare alle Camere, fare un discorso dello stravedi e beccarsi la fiducia.
Va ripetendo che chiederà il consenso su cose concrete, per il bene del Paese. E chi ci crede? Quante volte la nave issante sul pennone la bandiera rossa è naufragata?
E stavolta quali danni provocherà all’ecosistema prima di naufragare?

Grillo sa perfettamente che nelle prossime ore si gioca il futuro del movimento. Il no a Bersani non è condiviso da tutti i suoi eletti e perciò corre il rischio di subire una scissione cinque minuti dopo la riapertura delle Camere.
Il sì a Bersani, però, sarebbe subito visto come un tradimento da chi l’ha votato per mandare a casa proprio i tanti Bersani, i politicanti di mestiere.
La vittoria di Grillo, in effetti, è stata eccessiva. Ed ha creato incredibili aspettative.

Quando la Lega esplose (elettoralmente) Umberto Bossi riuscì a limitare scissioni e fughe in avanti. La secessione restò un artificio retorico e… il resto è noto.
Grillo avrà la forza che ebbe Bossi? Il fatto è che i leghisti avevano più o meno lo stesso orizzonte, mentre i grillini appaiono meno vincoli e più sparpagliati.
Giuseppe Spezzaferro

Vedi anche

Una sfilata mai vista. Salvini e Di Maio fratelli d’Italia

La sfilata del 2 giugno questa volta è stata un avvenimento storico, nel vero senso …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close