Prima / ATTUALITÀ / Economia / Rapporto Eurispes: l'Italia è sfiduciata

Rapporto Eurispes: l'Italia è sfiduciata

L’Eurispes ha anticipato alcuni dati del Rapporto Italia 2008. Per quanto riguarda la fiducia degli italiani nel governo e nelle istituzioni le cifre sono desolanti: solo un cittadino su 4 ha ancora fiducia nel governo e il 19,4% si fida del Parlamento. Estrapolando i dati relativi agli elettori del governoProdi, la crisi appare più drammatica: fiduciosi restano il 43,9% della sinistra e il 39% del centrosinistra. Rispetto ai dati rilevati nel Rapporto Italia 2007, il senso di sfiducia nei cittadini di sinistra è aumentato di ben 19 punti percentuali. Il Paese non ce la fa più, perfino la fiducia nel presidente della Repubblica è scesa dal 63,2% del 2007 al 58,5% di oggi.

Sono i più giovani (18-24 anni) soprattutto al Sud (85,6%) e nelle Isole (84,5) a manifestare la maggiore sfiducia nel governo. Tra quanti si dichiarano di sinistra e centrosinistra la quota degli sfiduciati raggiunge complessivamente il 56,2% (21,5 nel 2007) per i primi e il 59,6% (31,4 nel 2007). Il Parlamento esce addirittura con le ossa rotte (48,6% poca fiducia; 28,7% nessuna fiducia): si fida solo il 19,4% degli italiani (nel 2007 erano il 30,5%). Anche la magistratura si lecca le ferite: più della metà degli italiani (53,6%) prova sfiducia per le toghe.

Nessuno è risparmiato: la fiducia nelle associazioni di volontariato è calata al 71,6% (il 78,5% nel 2007); la Chiesa scende al 49,7% (60,7 l’anno scorso); la scuola al 33% (era il 47,1)… insomma l’Italia è un Paese sfiduciato.

Soltanto i partiti non hanno di che lamentarsi: l’anno scorso aveva fiducia in loro il 12,6% degli italiani, oggi è il 14,1. E questo dato meriterà un’analisi a parte, non appena sarà pubblicato integralmente il Rapporto.

Vedi anche

Il fabbisogno statale scende a 60 miliardi grazie all’aumento della spremitura fiscale

C’è un momento nel quale la spremitura fiscale comincia a dare meno frutti perché si …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close