Prima / Guerre / La polveriera-Kosovo

La polveriera-Kosovo

Fallita la mediazione della troika Ue-Russia-Usa, il dossier-Kosovo è approdato al Consiglio di sicurezza dell’Onu. Il premier serbo, Vojislav Kostunica, ha anticipato che nel suo intervento davanti al Consiglio di sicurezza chiederà un supplemento di negoziato, “da condurre prima in una città della provincia e poi a Belgrado”. Una posizione sostenuta dalla Russia, alleata della Serbia, che punta su una “road map” per evitare la dichiarazione d’indipendenza della provincia a maggioranza albanese. Ma Stati Uniti e Ue considerano ormai ineluttabile l’indipendenza e preferirebbero un percorso “gestito” verso l’indipendenza di Pristina.

Sullo sfondo c’é anche il problema della missione civile e di polizia che l’Ue intende inviare in Kosovo nei prossimi mesi per sostituire la missione Onu in vista della dichiarazione di indipendenza. Belgrado e la Russia sostengono che sarebbe illegittima perché non “coperta” dalla risoluzione 1244 che autorizzò l’amministrazione Onu, varata quando il Kosovo era una provincia della Serbia.

Vedi anche

L’attentato di Istanbul e il business della morte

Cosa si può fare per fermare una persona imbottita di tritolo decisa a farsi esplodere? …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close