Il Filo dell'Attualità

Società del rancore: giovani fragili e lamentosi

La società nella quale stiamo vivendo è caratterizzata dal rancore. Secondo i ricercatori del Centro studi investimenti sociali (Censis) questa società «ha un immaginario collettivo regressivo, chiuso, infetto, proiezione di paure inconsce diffuse, intime e personali, a lungo inconfessabili e ora percepite come legittime, anzi portate a imporsi con incontenibile …

Leggi tutto »

NEET. Sono milioni ma non tutti sfaticati

“NEET” è l’etichetta appioppata ai giovani tra i 15 e i 29 anni di età, i quali non lavorano, non studiano e non seguono corsi di formazione professionale. L’acronimo anglosassone (tanto per cambiare) sta per “Not in Education, Employment or Training”. Sono, insomma, i nullafacenti, gli sfaticati; quelli che non …

Leggi tutto »

Ostia, Mattarella in Audi superblindata premia il coraggio

Immobile come una mummia il presidente della Repubblica Sergio Mattarella cammina con al fianco il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Stanno sul lungomare di Ostia, alle porte di Roma. La loro presenza dà lustro alle celebrazioni per i cinquant’anni di vita dell’Associazione dei poliziotti. Mattarella galleggia da par suo nel laghetto …

Leggi tutto »

Nietzsche: l’Europa in un vicolo cieco per la piccola politica

«Chi ha creduto di aver compreso qualcosa di me si è costruito, usando me, qualcosa a sua immagine…». Lo scriveva nel 1888 il quarantaquattrenne poeta-filosofo tedesco Friedrich Wilhelm Nietzsche in “Ecce homo”. Quell’intuizione è valida tutt’oggi e va sotto l’etichetta di “Nietzsche-Rezeption”, cioè ciascuno si piglia quello che gli serve …

Leggi tutto »

La “Giovane Europa” di Cortés e Schmitt

Sul fascicolo 9/10 di “Giovane Europa”, datato 1942 (nel pieno della seconda guerra mondiale) è riportato un testo di Donoso Cortés (1809-1853) che pare scritto oggi. Lo scrittore e politico spagnolo è stato ignorato dagli “operatori culturali” finché non è stato “ripescato” dal giurista e filosofo tedesco Carl Schmitt (1888-1985). …

Leggi tutto »

Chi sono i whisperers italiani di Michelle Bachelet

L’Alto commissario Onu per i diritti umani, la cilena Michelle Bachelet, ha annunciato da Ginevra che manderà in Italia una squadra di controllori con il compito di registrare le dimensioni della violenza razzista. Ha detto testualmente: «Abbiamo intenzione di inviare personale in Italia per valutare il riferito forte incremento di …

Leggi tutto »

Razzisti e anti-razzisti. Thiriart: politicanti apprendisti stregoni

«Negare la differenza tra le razze è ancora più ridicolo che negare la differenza di base fra uomini di una stessa razza. Queste disuguaglianze sono fatti osservati, dati scientifici, etnologici, sperimentati. Esi­stono due tendenze tanto ridicole quanto poco sostenibili: quella dei razzisti che inseriscono nella politica le conoscenze etnologiche e …

Leggi tutto »

I no Ue per salvare il Pd. Una nuova Lega alle europee

Il no arrivato da Vienna a proposito della missione Sophia è un altro macigno scaraventato sulla testa degli europeisti italiani. È difficile cancellare l’impressione che qualcuno nella Ue stia facendo di tutto per far aumentare in Italia l’odio per l’Europa. Come si fa a non pensarlo, vedendo le saracinesche di …

Leggi tutto »

Quale Europa. E come.

L’Europa è, oggi, una cosa troppo seria per lasciarla in mano a burocrati di Bruxelles o ad una classe politica che la considera un dato di fatto, come un mobilio necessario. La miopia gestionale, la pochezza della veduta strategica, la limitatezza di politiche di bilancio anguste sono riuscite nello spazio di …

Leggi tutto »

Preti pedofili. L’arcivescovo ribelle: Francesco dimettiti!

L’ex nunzio apostolico negli Stati Uniti arcivescovo Carlo Maria Viganò ha chiesto le dimissioni del Papa. L’alto prelato accusa il capo della Chiesa cattolica romana e apostolica di aver coperto per anni gli abusi omosessuali del cardinale americano Theodore Edgar McCarrick. Viganò ha dichiarato che in Vaticano, Papa incluso, la …

Leggi tutto »

Lutto nazionale. Il ponte Morandi e i funerali dello Stato

Non sono funerali di Stato, ma dello Stato, perché è lo Stato che è morto. E da parecchio tempo. Che alcune famiglie si siano rifiutate di partecipare a Genova alla cerimonia impreziosita dalla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella è un ulteriore segnale dell’insofferenza per liturgie vecchie, ipocrite, inutili. …

Leggi tutto »

Naja. Prima di Salvini, la propose la ministra Pinotti

Domanda: «Sarà ripristinata la leva obbligatoria in Italia?» Risposta: «…credo che possiamo cominciare a riflettere sull’idea di riproporre a tutti i giovani e alle giovani di questo Paese un momento unificante, non più solo nelle forze armate ma nel servizio civile». È questo il succo di quanto pubblicato da “Il …

Leggi tutto »

La crescita di Salvini mina il governo

Il governo Lega-Cinquestelle si spaccherà? L’alleanza “innaturale” reggerà per l’intera legislatura? Sono in molti a sperare che l’esperimento inizialmente giallo-verde e oggi giallo-blu finisca tra le formule di breve durata come un qualsiasi governo balneare della famigerata prima repubblica. Contro leghisti e pentastellati sono schierati grandi commentatori del video e …

Leggi tutto »

Fontana e i professionisti dell’antirazzismo

Nicola Mancino è stato un grande boss democristiano: ministro dell’Interno, presidente del Senato, vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura…e chi più ne ha… un pezzo da novanta. È anche stato chiamato in causa, diciamo così, per le famigerate trattative Stato-mafia e per alcuni affari immobiliari. Qui non interessa. Ciò che …

Leggi tutto »

Gli zingari hanno ottimi avvocati

«Zingara. Donna che appartiene all’etnia degli Zingari, in particolare dedita all’accattonaggio e alla chiromanzia». La definizione è del “Grande dizionario della lingua italiana”, dove troviamo anche il vezzeggiativo «Zingarella. Zingara giovane e graziosa». A Roma le zingarelle prediligono infilarsi nei vagoni affollati della metropolitana o montare sugli autobus, ovviamente affollati, …

Leggi tutto »

Quei neofascisti bocciati da Thiriart

Un sostegno forte all’antifascismo continuano a regalarlo frotte di cosiddetti neofascisti. Non è cosa da ignorare, ma va valutata senza esagerazioni: è dannoso sopravvalutare certi ambienti altrettanto come lo è sottovalutarli. A questo proposito, è stato scritto e detto tantissimo. Nella seconda metà del secolo scorso (e del passato Millennio) …

Leggi tutto »

Intellettuali, non prendetevela con il popolo-bue

Ci sono troppi intellettuali in giro che se la prendono con il popolo-bue perché corre appresso ai demagoghi, ai populisti, agli imbonitori da fiera. Puntano il dito accusatore contro gli ignoranti tifosi malati di social, mettono sotto processo la scuola perché non educa e non insegna… inutile continuare: la lista …

Leggi tutto »

E dai sogni nacque l’Europa

L’Europa è sotto attacco. Minacciato non è soltanto l’attuale status politico-amministrativo, cioè la Ue. È l’Idea-Europa, la Civiltà-Europa, il Mondo-Europa ad essere aggredito da nemici interni ed esterni. Guardando indietro si vede che non è la prima volta. E spingendoci in avanti immaginiamo che non sarà nemmeno l’ultima. La memoria …

Leggi tutto »

Sessantotto. La doppietta di Scalfari: fascisti+golpe

Grande attenzione da parte della “sinistra” in crisi è rivolta contro CasaPound, il Movimento delle Tartarughe Frecciate. Articoli e libri di varia qualità invocano lo scioglimento dell’organizzazione. La libertà per i compagni è sempre stata a senso unico. Con molti di loro, il confronto è perfettamente inutile. Qualche giorno fa …

Leggi tutto »

Antifascismo, l’arma più forte per la “sinistra”

La crisi della “sinistra” (virgolette d’obbligo per una classificazione logora e fondamentalmente estranea all’attualità) è in buona parte generata dalla crisi dell’antifascismo. Una conclusione scarsamente credibile per chi sia immerso nel presente made in social ed abbia poca dimestichezza con la Storia e perfino con la cronaca dell’ultimo secolo. Perciò è …

Leggi tutto »

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close