Il Filo dell'Attualità

Falcone ucciso dal finestrino aperto

Sulla bretella dell’autostrada Palermo-Mazzara del Vallo, andando verso Punta Raisi, all’aeroporto intitolato a Giovanni Falcone e a Paolo Borsellino, i due magistrati assassinati dalla mafia, si passa sul tratto che il 23 maggio del 1992, oggi sono ventisei anni, saltò in aria travolgendo l’auto sulla quale viaggiavano Falcone, la moglie …

Leggi tutto »

Mattarella, il lupo travestito da nonna fa la maestrina

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha letto interi pezzi della Costituzione ai discoli indisciplinati poco attenti alle lezioni. Ho trascorso più della metà della mia vita all’interno del triangolo Palazzo Chigi-Montecitorio-Palazzo Madama con vertice al Quirinale (il “triangolo delle Bermude” della politica nazionale) e non ho mai visto né …

Leggi tutto »

M5s-Lega, contratto per un uomo solo al comando

«Il presente contratto è sottoscritto: dal Signor Luigi Di Maio Capo Politico del “MoVimento 5 Stelle” e dal Signor Matteo Salvini Segretario Federale della Lega». Le ambiguità cominciano già dall’intestazione. Cosa significa “capo politico” e perché le maiuscole? Di Maio è forse un follower della teoria del fuhrerprinzip? Sotto sotto …

Leggi tutto »

Meotti, e fu subito Sionismo

Giulio Meotti, giornalista, ha scritto sul “Foglio” un astutissimo pezzo a favore di Israele. Ha elencato quelle quattro/cinque proteste nel mondo contro i killer israeliani che uccidono manifestanti palestinesi, concludendo con amara compunzione: «Tira brutta aria in occidente. Di abbandono del popolo ebraico». È abilissimo, il Menotti. C’è poco da …

Leggi tutto »

Deep state contro il mostriciattolo gialloverde

“Deep state” è una serie televisiva britannica che racconta di servizi  segreti – deviati e non – di congiure internazionali e di terrorismo, con al centro un agente in pensione dell’agenzia di spionaggio MI6. Il titolo (“Stato profondo”) è una locuzione diventata corrente negli Usa da quando il presidente Trump …

Leggi tutto »

Nel 1992, il Corsera parlava dei nazimao del 1976!

L’etichetta “nazimaoista” ha circolato sui giornali anche parecchi anni dopo che noi avevamo sciolto “Lotta di Popolo”, l’organizzazione sulla quale era stato impresso nel Sessantotto il marchio di fabbrica “nazimao”. Come Sisifo continuo la fatica di mettere ordine tra le carte che pomposamente chiamo archivio, e stamattina dalla palude cartacea …

Leggi tutto »

Sono 70 anni che Israele stravince

Settant’anni fa, il 14 maggio del 1948, nacque ufficialmente il nuovo Stato di Israele. Oggi, gli Stati Uniti d’America di Donald John Trump, il presidente che sta malamente tentando di frenare la decadenza americana, spostano l’ambasciata dalla capitale israeliana Tel Aviv a Gerusalemme. Israele cresce a colpi di forza. Fu …

Leggi tutto »

Giudici: Berlusconi si può candidare. Governo a rischio aborto

Ma quanto vale ancora Silvio Berlusconi sul mercato politico? Dopo che a Milano il Tribunale di sorveglianza ha cancellato l’interdizione dai pubblici uffici (cosa che lo escludeva dalle corse elettorali fino alla fine dell’anno prossimo), è legittimo porsi la domanda, epperò soltanto dalle urne potrebbe arrivare una risposta certa. Per …

Leggi tutto »

Mattarella mette l’ipoteca sul Parlamento

Niente da fare. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella non ha ceduto. Ha ribadito il no ad un governo guidato da Matteo Salvini. Dopo aver ricordato che «sin dall’inizio delle consultazioni ho escluso che si potesse dar vita a un governo politico di minoranza», il capo dello Stato ha spiegato: …

Leggi tutto »

L’autodifesa Pd e l’ipotesi Gentiloni

Dalle prime battute della Direzione Pd, s’è capito che la paura, anzi, il terrore di una scissione gioca il ruolo di “segretario”. Andare avanti con lo scontro frontale renziani-antirenziani spaccherebbe il partito, libererebbe Matteo Renzi dai vincoli di tessera consentendogli “in tutta coerenza” di farsi un proprio partito. Non sarebbe …

Leggi tutto »

Aspettando Mattarella

Luigi Di Maio non molla. E non mollano nemmeno Matteo Salvini e Matteo Renzi. Inutile arzigogolare su cosa farà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Lo scenario è quello che è, ma è indubbio che avremmo avuto un governo il giorno dopo le elezioni, se la vittoria del centrodestra l’avesse …

Leggi tutto »

Dal Friuli Venezia Giulia un segnale forte per Roma

Il centrodestra vince anche in Friuli Venezia Giulia. I Cinquestelle subiscono un’altra battuta d’arresto, dopo quella molisana. Le polemiche, la lotta per il governo nazionale, le faide interne del Pd, le ambizioni di Luigi Di Maio che hanno infilato il M5s in un vicolo cieco… niente è servito a smuovere …

Leggi tutto »

Napolitano e il cappello di carta

Il presidente emerito della Repubblica italiana Giorgio Napolitano è stato operato d’urgenza all’aorta. Ricoverato in cardiochirurgia al San Camillo sta bene. Meraviglia generale perché un’operazione del genere in tarda età (93 anni a giugno) ha altissime probabilità di finire male. Io non mi sono preoccupato e non soltanto perché è …

Leggi tutto »

La terza repubblica come la seconda

Martedì 12 aprile 2005, nella rubrica “Parliamone” che stilavo sul quotidiano “La Discussione”, trattai il tema della cosiddetta seconda repubblica, un tema tornato oggi d’attualità in considerazione della opinione diffusa relativa ad una terza repubblica connotata dal bipolarismo Lega-M5s avviluppato in un tripolarismo centrodestra, centrosinistra, Movimento5stelle. Intitolato “Questa repubblica è …

Leggi tutto »

Molise, vince Berlusconi. Stop ai Cinquestelle

Ha vinto il centrodestra e Silvio Berlusconi riprende fiato. Il risultato elettorale del Molise ha immediata influenza sulle manovre per la costruzione del governo nazionale. La legge regionale ha consentito di assegnare subito la vittoria. Il sistema di voto proporzionale con premio di maggioranza garantisce, infatti, la governabilità: il candidato che prende …

Leggi tutto »

21 aprile: festa di Roma e del Lavoro

Il 21 aprile è il Natale di Roma. Nel 1923 un regio decreto legge decretò che fosse una festività nazionale. Decretò anche che nello stesso giorno fosse celebrata la Festa del Lavoro, tradizionalmente festeggiata il 1° maggio. Il classico due piccioni con una fava. Copio e incollo il regio decreto …

Leggi tutto »

Per fare il governo, rompere le uova

Per arrivare al governo prossimo venturo, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (con la collaborazione in regia del due volte capo dello Stato Giorgio Napolitano) sta percorrendo una strada che più corretta non si può. Dalle elezioni dello scorso marzo, sono emersi tre poli, nessuno dei quali da solo ha …

Leggi tutto »

Cinquestelle partoriti dall’ignoranza

A proposito dell’ignoranza al potere, debbo delle parziali scuse al sociologo Giuseppe De Rita per averlo sfotticchiato anni fa. A Natale del 1994, l’avevo preso di mira perché aveva dichiarato che l’ignoranza avrebbe fatto riapparire i fantasmi del passato. Perché sono contrito a metà? De Rita citava esplicitamente razzismo e …

Leggi tutto »

Il governo è nelle vecchie mani Dc-Pci

C’era una volta un’Italia nella quale c’era posto per partiti e movimenti d’ogni tipo. Le legislature vedevano la presenza di comunisti, liberali, monarchici, repubblicani, socialisti, socialdemocratici… sui quali tutti dominava la Democrazia Cristiana, un partito che in pratica era un consorzio di diversi partiti. Le “correnti” (si chiamavano così) marciavano …

Leggi tutto »

Le paludi pontine prima dell’intervento fascista

«Non sempre l’ambiente paludoso è stato percepito come repulsivo nel corso dei secoli. A volte, infatti, questo costituiva per le città-Stato una sorta di riparo militare contro gli eserciti invasori…». È l’incipit di “La pianura pontina nel Settecento” (Bibliotheca edizioni, 2016), il libro che Raffaele Panico ha realizzato sommando saggi …

Leggi tutto »

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close