Il Filo dell'Attualità

Il PAPA IN IRAQ. «Giù i muri. Siamo tutti figli di Abramo»

A parte le invocazioni alla pace, alla riduzione degli armamenti, a sfamare gli affamati, alla fratellanza… tolte, insomma, le parole dovute, nel senso che se un Papa non prega per la pace etc. non fa bene il proprio mestiere, ci sono ben altre parole, parole terribili pronunciate da Bergoglio in …

Leggi tutto »

VACCINI IN CASA. Torna di moda lo Stato-Pantalone

Dicono che i soldi non portino la felicità. Forse non è vero. E forse lo dicono i ricchi. Ma è certo che, in alcuni casi, i soldi portano la verità. La più recente conferma arriva dall’universo mondo di speculazioni e profitti politico-economici che ruota intorno alla malattia indotta dal coronavirus-19 …

Leggi tutto »

Benito Mussolini: La politica deve dominare l’economia

La democrazia parlamentare partorita in Italia da una Carta costituzionale confezionata tra gli equilibrismi Dc-Pci, le pressioni “alleate” e quella di Santa Romana Chiesa e altro ancora di più difficile semplificazione (necessaria in questa nota) è morta. Non da oggi. Non con il commissariamento imposto dal Quirinale e con le …

Leggi tutto »

Andata e ritorno nello spazio con uno scudo termico italiano

«Diversi test sui motori a razzo saranno eseguiti all’Esrange Space Center dal 25 febbraio al 30 aprile 2021. Durante queste prove è vietato trovarsi all’interno della zona di sicurezza denominata Zona A1». Questo annuncio è ripetuto dal trasmettitore “Kiruna FM 102,7 MHz” e riguarda chiunque risieda nell’area di Esrange. Siamo …

Leggi tutto »

ISRAELE. La diplomazia del vaccino a danno dei Palestinesi

Israele ha distribuito 2.000 (duemila) dosi di vaccino ai Palestinesi che, fra Cisgiordania e Gaza, sono circa 5 milioni e duecentomila. Per Israele, l’epidemia è stata un’altra felice occasione per massacrare i Palestinesi, colpevoli, fra l’altro, di fare troppi figli mentre gli Israeliani più “civili” seguono il modello occidentale della …

Leggi tutto »

AL JAZEERA. L’ambasciatore Attanasio ucciso da “fuoco amico”

Sull’agguato in Congo (https://internettuale.net/4447/congo-due-italiani-le-sole-vittime-di-un-assalto-alla-monuc), “al Jazeera” dà la notizia sull’arrivo di «una unità dei Carabinieri italiani in Congo per indagare» e pubblica anche una nota dei ribelli accusati dell’attacco: «I ribelli Hutu ruandesi hanno negato le accuse di essere dietro l’uccisione dell’ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo e hanno …

Leggi tutto »

CONGO. Due italiani le sole vittime di un assalto alla Monuc

Nei giornali radio la notizia è ripetuta più o meno con le stesse parole: attacco in Congo ad un convoglio dell’Onu, uccisi l’ambasciatore italiano e il carabiniere di scorta. In realtà il convoglio era della MONUC (United Nations Organization Mission in Democratic Republic of the Congo) e si tratterebbe di …

Leggi tutto »

DESTRA&SINISTRA. Cavour, il primo a consumare il connubio

Si fa gran parlare della maggioranza di governo composta da partiti e movimenti in guerra tra loro, alcuni per contrapposte culture, altri per motivi di leadership. Se guardiamo un po’ indietro, saltando gli esperimenti tipo Lega-Cinquestelle o il pentapartito a guida Spadolini oppure l’esapartito pilotato da Bonomi, c’è un esempio …

Leggi tutto »

MARIO DRAGHI. Un’ora per raccontare il libro dei sogni  

Anche il richiamo patriottico all’amore per l’Italia non ha riscaldato l’atmosfera a Palazzo Madama. Il discorso di Mario Draghi, investito presidenzialmente del governo, ha avuto qualche applauso soltanto nei passi, diciamo così, anti-leghisti. Con i politicanti che ci ritroviamo, è inevitabile che il richiamo alla presidenza del prossimo G20 passi …

Leggi tutto »

EMERGENZE. Le sanzioni del 1935 e il virus esportato dalla Cina

Cosa fa un governo, un qualsiasi governo, di qualsiasi colore, in un caso di emergenza nazionale? Proibisce alcuni comportamenti e ne stimola altri con premi e manipolazioni. L’obiettivo è avere il consenso per qualsivoglia provvedimento di emergenza. C’è una qualche differenza se trattasi di un governo democraticamente eletto, di uno …

Leggi tutto »

GOVERNO DRAGHI. Un giocherello per bimbi capricciosi

Soddisfatti e delusi. Il deus ex machina Mario Draghi, dicono certuni, non è stato all’altezza delle aspettative. Eppure il risultato è un incantesimo, che allo stato dell’arte equivale ad un miracolo. Al di là della composizione del governo (oculata distribuzione ai partiti che gli hanno detto sì e attenzione diligente …

Leggi tutto »

GAMESTOP. È questione di soldi e non di angeli contro demoni

Ha scatenato molte polemiche negli Usa la campagna dei piccoli investitori raccolti da “WallStreetBets” di Reddit (un sito americano che raccoglie oltre 5 milioni di “attivisti”) a favore di una società (“GameStop“) presa di mira dai grandi speculatori. Qui da noi, sono state immediatamente scavate due trincee contrapposte: in una …

Leggi tutto »

REPRESSIONE Lo sciopero del fumo è un bell’esempio

«… ed i militari sguainata chi la sciabola, chi lo squadrone, chi la baionetta, si posero a far man bassa sull’inerme popolazione colta alla sprovvista…». Lo “squadrone” era una grande sciabola che veniva usata solitamente di piatto per disperdere la folla, un po’ come gli odierni manganelli usati dalle forze …

Leggi tutto »

DEUS EX MACHINA. Draghi al lavoro con i politicanti. Ahilui!

Il “deus ex machina“. Era questa l’espressione che si usava quando a scuola si studiava sul serio. Nel teatro greco, se una situazione appariva irrisolvibile, dall’alto scendeva sulla scena un dio (il deus) sostenuto da corde manovrate da un marchingegno (la machina) il quale metteva tutto a posto. È il …

Leggi tutto »

CARLO PISACANE. I guasti della tirannica opinione collettiva

Carlo Pisacane, un guerriero ucciso dall’ignoranza (destino comune a molti), ha lasciato testimonianze scritte che difficilmente si trovano nelle antologie. A lui si riservano tuttalpiù qualche rigo e i versi di una poesia («Eran trecento, eran giovani e forti / e sono morti»). A proposito della “Guerra combattuta in Italia …

Leggi tutto »

MARIO DRAGHI. Così Mattarella commissaria il Parlamento

Stavolta ce l’ha fatta a tirar fuori il coniglio dal cappello. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è arrivato, da buon vecchio democristiano di sinistra, a fare ciò che aveva in mente da anni. Raccontava il vecchio usciere di Palazzo Bolognetti, sede della Democrazia Cristiana in Piazza del Gesù, che …

Leggi tutto »

GOVERNO-POKER. Zingaretti si dice “servito”. Mah!

Perché Nicola Zingaretti, segretario pro tempore del Pd, ha dichiarato Giuseppe Conte inamovibile? Il coniglio, animaletto pacifico e tremebondo, stretto in un angolo diventa aggressivo. È una questione di sopravvivenza e anche la bestiolina più inerme lotta per non morire. Matteo Renzi non deve vincere. Anche soltanto apparente una sua …

Leggi tutto »

CARLO ALBERTO. Torino temeva Milano e il re perse tutto

Centosettantatrè anni fa, ci fu la prima guerra d’indipendenza guidata da Carlo Alberto re di Sardegna. Finì male e il re andò in esilio. Da buon stratega militare e politico, Carlo Pisacane riassunse gli avvenimenti mostrando come la condotta del re fosse stata più attenta ad allargare i confini del …

Leggi tutto »

Questo sito utilizza i cookies. Se accetti o continui nella tua visita, consenti al loro utlizzo .

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close